IL PROGETTO

imagoRevolution  

Si propone di neutralizzare quel pathos impulsivo e collettivo inevitabilmente suscitato in ciascuno di noi da tutte quelle immagini crude rese pubbliche da molteplici canali mediatici: tv, social network, internet e riviste, online e cartacee.

Tutti sappiamo che l’impatto di un’immagine vale più di 1000 parole ed è in questo sovradosaggio emotivo che riconosciamo di essere bombardati e assuefatti da raffigurazioni raramente edificanti e gioiose. Un horror vacui di figure violente che suscitano a livello globale immaginazioni negative, permettendo il divulgarsi, con la semplicità di un clic, di un cocktail virale a base di paura, risentimento, frustrazione, impotenza, senso di colpa e rassegnazione. STOP. RESET. 

Continua a leggere

Ultime opere

Mya Lurgo, ImagoRevolution® – 8 febbraio 2018

“È morta perché colpita direttamente dal sasso e non per un infarto causato dallo shock, come si era ipotizzato inizialmente. Nilde Caldarini, la 62enne che era, assieme a quattro amici,[…]

Read more

Mya Lurgo, ImagoRevolution® – 7 febbraio 2018

Con l’attacco ai curdi la Turchia si allontana dalla Nato Pierre Haski, L’Obs, Francia La Turchia finirà con l’uscire dalla Nato? Un’ipotesi di questo tipo era inverosimile fino a qualche[…]

Read more