Giuseppe D’Asta, una sirena salva i bambini migranti

“Gli ultimi ritocchi saranno garantiti da venti dipendenti della Bosch, che il prossimo 29 marzo dipingeranno parte della parete esterna della scuola Mazzini Modugno di via Fornari, a Bari, insieme con i volontari dell’associazione Le Zzanzare e agli attivisti di Retake. Il murale è ormai completato. L’artista Giuseppe D’Asta ha realizzato il grande progetto voluto da Fabrizio Milone e da Retake Bari, disegnando fuori dalla scuola una sirena azzurra dai lunghi capelli, che mette in salvo una barca con bimbi migranti. I naufraghi scappano dai tentacoli di una piovra cattiva, a rappresentare le insidie del momento storico in cui viviamo. La barca naviga verso un porto sicuro: la città della speranza è Bari, rappresentata dai suoi monumenti simbolo. “Sul murales ci sono le mille facce del mare – spiega l’artista – mare come elemento di unione tra culture diverse, come vita, come pericolo ma anche come speranza”. Lungo i 60 metri di disegno in difesa del decoro urbano, ci sono i simboli di Bari e i suoi monumenti. Il progetto è sostenuto da Bosch. Gli attivisti di Retake Bari negli scorsi mesi hanno ripulito il muro dalle scritte vandaliche, prima di realizzare il murales con colori acrilici delebili.”

 

di SILVIA DIPINTO
bari.repubblica.it/cronaca/2019/03/18/foto/bari_arte_sui_graffiti_murale_scuola_retake-221887097/1/#1

Lascia un commento