Gianni Barelli, PINK

Gianni Barelli, PINK

L’artista Gianni Barelli partecipa al progetto imagoRevolution con l’opera intitolata PINK. Di seguito il racconto di come è nata questa idea.

“Now is the time è un ciclo di incontri sul tema delle pratiche artistiche in relazione alla geopolitica e al cambiamento che l’arte può aver sul sociale, a cui ho assistito nel 2003 in Olanda.
Ho voluto utilizzare questa frase sullo sfondo di un’esplosione atomica per comunicare uno stato di tensione socio politica che ora più che mai viviamo quotidianamente. Questa tensione, queste “bombe possibili” pronte a esplodere nascondono in se, forse potenziali creativi inaspettati e dalle forme ancora tutte da definire. Ho scelto il rosa, colore che inspira un sentimento di tenerezza in contrasto con l’immagine di sfondo.

Dal punto di vista espositivo, le due immagini vanno messe una di fianco all’altra come due grandi poster in dialogo. Il questo caso l’atomica diventa quasi un fuoco di artificio, che ci invita a cogliere l’attimo. Il nostro dissenso deve esplodere ora più che mai in tutte le forme possibili e immaginabili: Now is the time!”

Gianni Barelli, PINK, printed pictures, 50×60 cm, 2018

Gianni Barelli, immagine originale prescelta per l’ImagoRevolution

Gianni Barelli nasce nel 1976 ad Arezzo, Italia. È un visual artist e performer, si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 2002. Il suo lavoro si esprime attraverso vari media come video, istallazioni e performance. Nel 2012 è stato selezionato da VISUALCONTAINER Italian video art distributor, con il video Genesi o melanconia del dormiente. Nel 2013 partecipa al MAGAZINE BAU-contenitore di cultura contemporanea, con un progetto di lunga durata dal nome Archivio sincronico familiare, una piattaforma aperta sul tema della famiglia connessa con l’idea di memoria e rielaborazione della stessa. Ha lavorato in varie città europee in spazi espositivi indipendenti come INSTITUT FUR ALLES MOGLICHE in Berlino e GEBORGEN KAMERS in The Hague. Nel 2017 è stato selezionato dall’artista albanese Adrian Paci per contribuire alla sua mostra Di queste luci si servirà la notte presso Le MURATE – PROGETTI DI ARTE CONTEMPORANEA a Firenze. Recentemente ha partecipato la workshop Through Rituals (Make it Happen) degli artisti Stefan Pente e William Loche Wheeler presso VILLA ROMANA. Al momento sta lavorando ad un progetto in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica di Firenze.

 


Maggiori info: www.giannibarelli.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *